- Advertorial & DMCA Protected -

Azione immediata! SmartBit Boost sta potenziando i guadagni dei partecipanti! Assicura il tuo posto prima che l'invito private scada! ⚠️ 05:00

Profitto della piattaforma NET:
$466,837,090
Reddito totale degli utenti
$193,389

Solo 13 posti rimasti per i nuovi utenti!

Blog

Qual è uno dei rischi potenziali di un portafoglio di criptovalute a caldo?

Conoscete l’entusiasmo che circonda le criptovalute? Non è senza motivo. Molti sostengono che siano il futuro del denaro e che stiano sconvolgendo tutto ciò che sappiamo sulla finanza. L’idea di una moneta digitale decentralizzata è piuttosto rivoluzionaria. Grazie a una tecnologia superiore, le transazioni sono veloci, trasparenti e, secondo alcuni, anche più sicure.

La domanda più importante è: come si conservano queste criptovalute? Probabilmente avrete sentito parlare di portafogli “caldi” e “freddi”. Anche se entrambi hanno i loro vantaggi, molte persone si orientano senza pensarci due volte verso i portafogli “caldi”, perché sono molto convenienti. Ma, come dice il proverbio, non è tutto oro quello che luccica.

Cosa sono le borse termiche?

Quando sentiamo il termine “portafoglio caldo”, molti di noi si chiedono: “Che cos’è e perché si chiama ‘caldo’?”. Partiamo dall’inizio.

Un hot wallet è essenzialmente una banca personale di criptovalute sempre online. Se dovessimo fare un’equazione, sarebbe come avere un portafoglio in tasca costantemente connesso a Internet. Questo modo di conservare le criptovalute consente un accesso rapido e comodo ai beni digitali. Immaginate il seguente scenario: volete comprare un caffè e pagate con criptovalute. Con un hot wallet, questa transazione diventa facile e istantanea.

Il vantaggio principale di un hot wallet è senza dubbio la sua comodità. Ecco perché molte persone che commerciano attivamente le criptovalute o le usano come mezzo di spesa quotidiana preferiscono questo tipo di deposito. Quando si tratta di velocità e facilità di accesso al denaro, gli hot wallet sono spesso imbattibili.

Tuttavia, questa comodità ha un prezzo e bisogna tenere conto di alcuni rischi. Ma questo è un argomento da trattare in seguito.

Il rischio: la vulnerabilità agli attacchi informatici

Lo sappiamo tutti. Amiamo la comodità. E nel caso degli hot wallet, ciò significa che siamo sempre in contatto. Ma per quanto siano comodi, hanno anche un lato negativo.

  • Frutta a portata di mano: proprio come facciamo attenzione a non lasciare le finestre aperte a casa, lo stesso vale per il mondo digitale. Essendo sempre online, sono un facile bersaglio per qualsiasi hacker subdolo che pensa di nascondere una buona criptovaluta.
  • I vecchi trucchi funzionano ancora: avete mai ricevuto un’e-mail o un messaggio che vi è sembrato un po’ strano? Si tratta di phishing ed è uno dei modi in cui si cerca di ottenere le informazioni del vostro portafoglio. Poi ci sono quei fastidiosi piccoli bug software (malware) che possono entrare nel vostro dispositivo e rovinare tutto.
  • Non tutti gli exchange sono Fort Knox: molti di noi depositano le proprie criptovalute sugli exchange e pensano che tutto sia al sicuro. Ma questi exchange, che spesso utilizzano portafogli caldi per transazioni rapide, sono stati violati in passato. È un po’ come scoprire che la vostra gioielleria preferita è stata svaligiata e la collana che tenevate lì è scomparsa. È sparita.
  • Non c’è un pulsante di annullamento: se qualcuno ruba il vostro denaro, probabilmente potete annullare la transazione. Ma con le criptovalute? È un gioco completamente diverso. Una volta che il denaro è sparito, è praticamente sparito per sempre.

Sebbene le borse calde siano molto pratiche, è bene essere consapevoli dei rischi e prendere alcune precauzioni.

Ridurre al minimo i rischi in un mondo di portafogli pronti all’uso

Conoscere le potenziali insidie è la pietra miliare di qualsiasi protocollo di sicurezza, soprattutto nell’era digitale. Con l’esplosione delle criptovalute, proteggere i beni non è mai stato così importante. Ecco alcune strategie da prendere in considerazione:

  • Trattate gli hot wallet come i portafogli fisici: così come non dovreste portare i risparmi nella tasca posteriore, è consigliabile utilizzare gli hot wallet solo in quantità limitate. Considerateli come il denaro di tutti i giorni e conservate solo l’importo necessario per le transazioni immediate o per gli affari.
  • Tenetevi aggiornati: la tecnologia è un’arma a doppio taglio. Se da un lato offre comodità, dall’altro può talvolta metterci a rischio. Aggiornare regolarmente il software del vostro portafoglio vi permetterà di essere più avanti rispetto alla concorrenza, poiché gli sviluppatori sono costantemente impegnati a risolvere le vulnerabilità di sicurezza scoperte.
  • Il potere dell’autenticazione multicomponente: affidarsi a un’unica password o a un unico metodo di autenticazione può essere un anello debole nella catena della sicurezza. L’autenticazione multicomponente fornisce un ulteriore livello di protezione e richiede la conferma da più fonti prima di concedere l’accesso.
  • Siate attenti e informati: il panorama digitale è pieno di schemi fraudolenti e link ingannevoli progettati per intrappolare gli incauti. Controllate sempre gli URL, soprattutto se sono stati inviati per e-mail o se appaiono su siti web sconosciuti. Una buona dose di scetticismo online può salvarvi da molte potenziali insidie.
  • Informatevi: il mondo delle criptovalute è in rapida evoluzione. Contattare fonti affidabili, partecipare a forum o webinar può fornirvi informazioni sulle misure di sicurezza e sui rischi più recenti.

In breve, sebbene gli hot wallet siano estremamente convenienti, il che li rende un’opzione interessante nel panorama delle criptovalute in costante evoluzione, hanno anche i loro rischi, poiché sono costantemente online. Ricordate le sagge parole “non mettere tutte le uova in un solo paniere”. Diversificando i metodi di conservazione e rimanendo costantemente informati e vigili, state già compiendo passi importanti per proteggere i vostri preziosi tesori digitali.

Raccomandazioni per la conservazione e la sicurezza delle criptovalute

Ammettiamolo: il mondo delle criptovalute è in piena espansione e, come tutte le grandi innovazioni, comporta molte decisioni. Dove custodire il proprio tesoro digitale? Sebbene gli exchange di criptovalute siano probabilmente i preferiti da molti per la loro facilità d’uso, hanno anche le loro insidie.

Perché ci si mangia le unghie quando si risparmia in borsa?

  • Gli hacker amano i bersagli grandi: a differenza dei nostri amici decentralizzati, le borse di criptovalute sono centralizzate, il che è come un’insegna al neon lampeggiante che dice “hacker, venite a prendermi!”.
  • Il selvaggio west della regolamentazione: mentre molti exchange hanno una reputazione dorata, alcune mele marce non si preoccupano della sicurezza e addirittura eludono la legge. Non è un posto dove lasciare le vostre preziose monete, vero?

Come garantire un sonno ristoratore?

  • Autenticazione a due fattori: consideratela come una stretta di mano segreta per il vostro account. È un’ulteriore conferma da parte di un dispositivo affidabile prima di prendere una decisione.
  • I portafogli a freddo sono vostri amici: state pensando di conservare le criptovalute a lungo termine? I portafogli a freddo sono come casseforti digitali protette dagli occhi indiscreti del mondo online.
  • Siate vigili: non lasciatevi tentare da link sospetti o da nuove applicazioni luccicanti. Cambiate le vostre password di tanto in tanto. Prestate attenzione anche ai messaggi sul portafoglio che avete scelto.

Come concludere il tutto
Anche se la comodità dei portafogli elettronici e degli scambi può sembrare allettante, ricordate che da una grande comodità derivano grandi responsabilità. Essere vigili e proattivi può essere il vostro scudo nel mondo selvaggio delle criptovalute.